Google diventa una OTA? Ora possibile prenotare un hotel direttamente su Google

Da pochi giorni gli utenti di Google possono prenotare una stanza d’albergo senza mai lasciare la sua familiare interfaccia.

Questa nuova funzionalità è già attiva per alcuni hotels su  Google.com/hotels (Hotel Finder), anche se l’annuncio ufficiale ancora non c’è stato.

Da tempo Google offre all’albergo la possibilità di essere visibile sulle mappe e con le recensioni, ma finora ha sempre lasciato il campo delle prenotazioni alle OTA o al booking engine del singolo hotel.

Però è innegabile che la nuova strategia di mantenere gli utenti di Google sulla piattaforma più riconoscibile e minimalista che conosciamo – a malapena si vede il marchio dell’ albergo – può portare ad un aumento delle conversioni.

Questa strategia di facilitazione della prenotazione è simile a quella già messa in atto da TripAdvisor circa un anno fa, permettendo di completare la transazione restando nella propria interfaccia.

Come già successo per TripAdvisor, Google ora deve affrontare la  sfida di raccogliere la fiducia di alberghi e catene alberghiere che si affidino al suo strumento di prenotazione istantanea.

Per ora nessuna delle principali catene alberghiere statunitensi sembra aver aderito, mentre sono già prenotabili su Google alcuni hotels indipendenti, come ad esempio Hotel Rouge di Washinghton DC, una struttura della catena Kimpton recentemente acquisita da InterContinental Hotels Group (IHG)..

hotel Rouge prenotabile da Google

Cliccando sulla possibilità di prenotare direttamente con l’hotel in passato i clienti venivano inviati al sito della struttura per completare la transazione, oppure ad una OTA.

Ma ora gli utenti vengono inviati a una pagina di prenotazione di Google.

Hotel Rouge prenotazione da Google 2

Si seleziona la stanza, si forniscono tutti i dati richiesti, compreso il numero di carta di credito che si intende usare su Google Wallet, e poi si ottiene la conferma della prenotazione, come questa qui sotto, ripresa dall’articolo di colui che per primo ha reso la novità di dominio pubblico, Sean O’Neill di Tnooz.

google-hotel-instant-booking-hotel-rouge-dc
Si riceve anche una mail di conferma direttamente dall’hotel.

Non è ancora chiaro chi sia il partner di Google in questa operazione, ma probabilmente si tratta di Sabre Hospitality Solutions, azienda leader nel settore della distribuzione che ha più di 20.000 hotel indipendenti come clienti. Sembra siano loro ad occuparsi di implementare il canale solo per i propri clienti, per ora
Proprio pochi giorni fa Sabre ha annunciato gli esiti di un beta-test su un nuovo software che permette agli hotel  di ricevere prenotazioni dagli utenti che utilizzano la ricerca organica di Google e le Google Maps, basato su commissione (non pay per click).

Se Sabre decide di commercializzare questa funzionalità su Google, è in grado di convincere ad usarla come minimo i propri 20.000 alberghi indipendenti che sono già suoi clienti.
Sembra che l’idea di Google sia nata per rispondere ad esigenze mobile, per semplificare la prenotazione ad alberghi con siti non ottimizzati, ecco perchè i test del sistema di prenotazione istantanea è nato per il mobile e solo successivamente è stato adattato alla versione desk.

Chi scrive

Un commento

  • B&B IL VELIERO

    VOGLIAMO FAR PRENOTARE ALLOGGI A GOOGLE

    Rispondi >

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.